Le migliori carte prepagate

Se siete alla ricerca di un conto al quale affidarvi per l’attivazione di una carta prepagata, è probabile che siate indecisi sul da farsi.

Infatti, il mercato è densamente abitato da banche che offrono servizi in questione e le opzioni sono tutte molto valide. In questa guida a caratteri generali cercheremo quindi di capire quali sono le migliori carte prepagate e di operare un confronto fra queste.

Buona lettura!

1. HYPE Start

carta-prepagata-hype-start
EMITTENTE CARTACIRCUITOLIMITE DI SPESALIMITE DI PRELIEVOCANONE
HypeMastercard€999 per operazione1000€ mensile, 250€ giornalieroGratuito

Vantaggi Hype Start

Le più importanti caratteristiche del conto Hype Start sono sicuramente la velocità, la semplicità e il canone zero.

La procedura, se maggiorenni, si svolge interamente online in una manciata di minuti. Se minori di 18 anni ci si dovrà recare invece in una filiale di Banca Sella (a cui Hype si appoggia) e in questo caso sarà necessario, per l’attivazione, il pagamento di €10.

Leggi la mia recensione di hype, dove puoi controllare meglio tutte le funzionalità di questo conto.

I tempi di spedizione per la carta vanno dai 4 ai 14 giorni lavorativi; nel giro di pochi giorni sarà dunque a nostra disposizione. Il servizio propone anche un programma di cashback per gli acquisti effettuati presso diversi siti, quali Booking.com, Mondadori, Shein, Unieuro, per una lista davvero molto folta.

La sicurezza della carta è legata a un sistema 3D Secure ed è possibile, se necessario supporto, consultare un portale apposito (alternativamente è possibile contattare via mail la sezione assistenza, nel caso in cui il problema non trovi immediata soluzione).

Queste peculiarità lo rendono un conto adatto a studenti e giovani (l’età minima per l’attivazione è 12 anni) alle prime armi con la gestione del proprio denaro, così come una valida opzione per coloro che sono alla ricerca di una carta prepagata per accumulare piccoli risparmi specifici o per compiere le transazioni quotidiane in modo semplice, rapido e potendo verificare l’andamento della proprie spese comodamente dall’app.

Una caratteristica che rende Hype unica nel suo genere è la possibilità di ricaricare in contanti presso punti abilitati, come i supermercati Pam, Carrefour e Penny, e dunque poter ricaricare comodamente una volta in cassa dopo aver fatto la spesa, per esempio.

Dunque, in estrema sintesi:

  • Attivazione 100% Online
  • Canone zero
  • Cashback
  • Ricarica in contanti (anche presso i supermercati)

Svantaggi Hype start

Per coloro che intendono compiere operazioni più corpose Hype Start probabilmente non rappresenta una valida opzione, per via degli ingenti limiti di spesa e di prelievo. A tal proposito è bene considerare che Hype offre anche un piano Hype Next e Hype Premium adatto a coloro che intendono utilizzare il servizio come conto bancario principale. Un altro svantaggio è legato al fatto che Hype Start, nonostante disponga di un proprio IBAN, non è abilitata a svolgere alcune funzioni tipiche del conto corrente (come l’addebito diretto sul conto), ciò impedisce ad esempio l’utilizzo per il pagamento dei bollettini F24 o del Telepass.

Ricapitolando:

  • Limiti di spesa e prelievo
  • Non si possono pagare F24, Telepass e altre operazioni tipiche di conto corrente

2. Conto Sella Start

conto-sella-start-carta-prepagata
EMITTENTE CARTACIRCUITOLIMITE DI SPESALIMITE DI PRELIEVOCANONE
Banca SellaMastercard€1300 mensili-€500 presso sportelli Banca Sella -€250 presso ATM di altra banca€1,50 al mese (dopo i primi 3 mesi)

Vantaggi Conto Sella Start

Un primo punto a favore di Conto Sella Start è la possibilità di ricevere l’accreditamento dello stipendio o della pensione direttamente sul conto, così come la possibilità di effettuare il pagamento di F24, tasse e quant’altro. Nonostante, quindi, si perda un po’ la dimensione di carta prepagata, rimane la semplicità e la velocità di attivazione, che anche in questo caso avviene online, gratuitamente e in pochi minuti.

A differenza di Hype, sarà necessario inviare i documenti d’identità e il contratto firmato in busta chiusa direttamente a Banca Sella. Alternativamente, ci si può recare in una filiale ed effettuare la procedura direttamente allo sportello; per quest’opzione, tuttavia, il costo per il servizio è di €35.

Inoltre, se all’apertura del conto verrà richiesta, la carta di debito sarà gratuita per sempre (se la domanda avvenisse in un secondo momento il canone sarà gratuito per il primo anno e successivamente si passerà a un regime di €18 all’anno).

Sella Start è l’ideale per coloro che sono alla ricerca di un conto attivo e monitorabile 24 ore su 24, facilmente gestibile dall’App ma comunque non eccessivamente vincolante su prelievi e spese. Degna di nota è anche la possibilità di condividere il conto con una o più persone, per esempio con il/la proprio/a partner o con i familiari.

Facendo un breve riepilogo:

  • Stipendio o pensione direttamente sul conto
  • Pagamento tasse dall’app
  • Carta a canone zero se richiesta al momento dell’attivazione
  • Possibilità di conto condiviso

Svantaggi Conto Sella Smart

Banalmente, una delle poche “pecche” di questa carta prepagata è il canone a pagamento, nonostante la somma richiesta sia irrisoria.

Il canone mensile per il Conto Smart è infatti di €1,50 al mese, che in 12 mesi fanno €18. Al netto del fatto che la gamma di servizi offerta è sicuramente più ampia rispetto alle altre ricaricabili e che quindi Banca Sella “compensa” questa spesa minima con la propria solidità, sicurezza e uno spettro di funzioni più ricco, il semplice fatto di dover assumere un costo fisso potrebbe scoraggiare alcuni utenti dal sottoscrivere un conto con la banca.

Pertanto, almeno sotto questo punto di vista, il Conto Sella Smart perde un po’ di terreno rispetto ai concorrenti (tendenzialmente tarati su canoni gratuiti).

Ricapitolando:

  • Canone di €1,50 al mese per la gestione del conto
  • Procedura non interamente online

3. SelfyConto

selfy-conto-carta-prepagata
EMITTENTE CARTACIRCUITOLIMITI DI SPESALIMITI DI PRELIEVOCANONE
Banca MediolanumMaestro€1500 al mese€500 giornalieri, €1500 mensili-Gratuito il primo anno, poi €45 all’anno -Gratuito per Under 30

Vantaggi SelfyConto

Se hai meno di 30 anni uno dei principali vantaggi che puoi trarre dalla nuova proposta di Banca Mediolanum SelfyConto è quello di non dover pagare alcun canone.

L’apertura del conto può avvenire facilmente e al 100% online, in pochi minuti e gratuitamente, appunto.

Dal punto di vista della sicurezza crittografia e 3D Secure proteggono da frodi e attacchi. L’attivazione del conto dà diritto alla carta di debito con la quale poter prelevare a zero commissioni da tutti gli ATM dell’area EURO (fuori dall’unione monetaria il prelievo prevede un costo di +€3,62 a cui andranno aggiunte eventuali commissioni previste dal circuito). Anche in questo caso vi è la possibilità di ricevere lo stipendio direttamente sul conto.

SelfyConto è una proposta al passo coi tempi, un servizio completamente gestibile online dall’App o tramite HomeBanking.

L’interfaccia dinamica e la promozione per gli utenti Under30 non lasciano dubbi riguardo al target a cui Banca Mediolanum si rivolge con questa formula, la quale applicabilità non si limita però ai giovani.

Infatti la solidità di Banca Mediolanum rappresenta un ottimo biglietto da visita e molti utenti, anche più “attempati”, potrebbero voler attivare un conto gestibile agilmente ad ogni ora del giorno.

In sintesi:

  • Canone zero se Under30
  • Attivazione 100% Online
  • Zero commissioni presso ATM in area Euro
  • Stipendio accreditato sul conto

Svantaggi SelfyConto

Un primo difetto di quest’offerta è rappresentato dal fatto che l’accesso è limitato ai nuovi clienti Banca Mediolanum, sarà necessario dunque non aver mai sottoscritto contratti con l’istituto.

Inoltre, se prima abbiamo detto positivamente della possibilità di prelevare gratuitamente in area euro, dobbiamo ora rilevare che operando in valuta estera (dunque anche in Europa ma al di fuori dell’area monetaria) verrà applicato un tasso di maggiorazione.

A ciò si aggiungono alcuni dettagli, complessivamente di poco conto, che influiscono però sulla Customer Experience: per esempio, il fatto che l’attività di servizio clienti sia molto limitata nel weekend.

Dunque, riepilogando:

  • Accessibile solo per nuovi clienti Banca Mediolanum
  • Tasso di maggiorazione su operazioni in valuta estera
  • Servizio clienti limitato nel weekend

4. Tinaba

tinaba-carta-prepagata
EMITTENTE CARTACIRCUITOLIMITI DI SPESALIMITI D PRELIEVO  CANONE
TinabaMastercard€250 al mese (per i minori di 18 anni)€250 al giornoGratuito

Vantaggi Tinaba

Anzitutto è importante sottolineare che Tinaba si appoggia a Banca Profilo, una delle più solide a livello italiano ed europeo.

La registrazione avviene interamente online e in pochi giorni il conto verrà attivato. Contestualmente viene spedita una carta prepagata che arriverà a casa nel giro di pochi giorni lavorativi.

La carta è ricaricabile direttamente dall’App, selezionando la voce dedicata e la modalità di ricarica prescelta, in modo immediato e gratuito. Tra gli aspetti più importanti ci sono il canone zero e il fatto che non ci siano vincoli imposti.

Una nota caratteristica è la possibilità di creare gruppi di risparmio condiviso, utile per esempio tra coinquilini per meglio organizzare le spese comuni o per raccogliere denaro per un progetto che prevede la partecipazione di più persone. Inoltre molti di coloro che utilizzano la carta prepagata Tinaba si dicono particolarmente soddisfatti dell’Assistenza clienti che, attraverso 6 canali (telefono, Whatsapp, email, Live Chat, FAQ e Blog di approfondimenti), garantisce una copertura capillare alle domande degli utenti.

Facendo un breve riassunto:

  • Procedura interamente Online
  • Canone zero
  • Possibilità di gruppi di risparmio condiviso
  • Assistenza Clienti efficiente

Svantaggi Tinaba

Il conto presenta un limite di spesa stringente per i minorenni che, però, possono compiere un upgrade gratuito al raggiungimento della maggiore età per eliminare questi paletti.

Inoltre, sui prelievi, oltre a un massimo giornaliero di €250, grava anche una commissione sia in area EURO che al di fuori di questa. Il pagamento per ritirare dagli ATM all’interno dell’area monetaria è pari a €2, dove invece si utilizzano altre valute sono richiesti €4.

In caso di smarrimento della carta non è possibile bloccarla direttamente dall’app, ma bisognerà contattare un numero verde.

Ricapitolando:

  • Limiti di spesa e prelievo
  • Commissioni agli ATM anche in area EURO
  • Non si può bloccare la carta dall’app in caso di smarrimento

5. YAP

YAP-carta-prepagata
EMITTENTE CARTACIRCUITOLIMITE DI SPESALIMITI DI PRELIEVOCANONE
Gruppo NexiMastercard€250 al giornoGratuito

Vantaggi Yap

Attivabile completamente online, la carta prepagata Yap non richiede il pagamento di alcun canone.

Leggi la mia recensione completa di YAP, dove potrai scoprire tutto quello che ha da offrire questo conto.

È questo uno dei suoi punti di forza, unito al fatto che è possibile ricaricare Yap in contanti (pagando una commissione di €2,50 per importi minimi di €25).

Inoltre possono usufruire del servizio tutti coloro che hanno compiuto almeno 12 anni di età. Ciò fa di Yap una carta prepagata utile, per esempio, a responsabilizzare i più giovani sulla gestione del proprio denaro. Tramite l’app è possibile trasferire facilmente i soldi tra due conti Yap (tra due partner o tra genitori e figlio, per esempio).

In sintesi:

  • Attivazione 100% online
  • Canone zero
  • Ricarica in contanti presso Punti Sisal (commissione €2,50)
  • Trasferimento agile di denaro tra conti Yap

Svantaggi Yap

Può essere fatta richiesta di ricevere la carta di debito Yap che, però, richiede il pagamento di €10 per il suo rilascio.

Le commissioni su ricariche e prelievi (€1 presso gli ATM nell’area Euro, €4 per prelievi fuori dall’area monetaria) e le percentuali aggiuntive sulle operazioni in valuta estera non ne fanno certo una carta adatta a tutti. Per coloro che necessitano di movimentare somme considerevoli, Yap non rappresenta una delle migliori opzioni in quanto difficilmente utilizzabile per operazioni diverse da quelle quotidiane e di piccolo importo.

Facendo un breve riepilogo:

  • Pagamento di €10 per ottenere la carta di debito
  • Commissioni su prelievi all’interno e fuori dell’area EURO
  • Tassi di maggiorazione su operazioni in valuta diversa dall’Euro

6. Soldo Start

soldo-carta-prepagata
EMITTENTE CARTACIRCUITOLIMITE DI SPESALIMITE DI PRELIEVOCANONE
SoldoMastercard€20.000 al giorno€1.500 al giornoGratuito

Vantaggi Soldo Start

Per quanto riguarda Soldo il discorso, rispetto alle altre carte prepagate di cui abbiamo parlato, si fa un po’ più articolato.

Non si tratta di una vera e propria ricaricabile, o meglio, rappresenta una carta aziendale attraverso la quale l’amministrazione può gestire una serie di funzioni.

È un’opzione dunque adatta ad aziende e partita IVA, poiché è possibile affidare una carta Soldo a ogni dipendente e ricaricarla direttamente dal conto corrente aziendale. Sarà così più facile gestire rimborsi spese, acquisti online e quant’altro.

La carta sarà completamente monitorabile dall’app e si potranno impostare regole di spesa personalizzate, quali budget e ambiti di spesa (rimborsi carburante, alloggi). Il canone è completamente gratuito e prevede la possibilità di ottenere fino a un massimo di 5 carte Soldo. Questa è la formula più adatta a PMI, freelancer e partita IVA mentre, per aziende più corpose che potrebbero necessitare di un maggior numero di carte, Soldo presenta 3 ulteriori piani (questa volta a pagamento).

In estrema sintesi:

  • Carta ricaricabile dal conto aziendale
  • Gestione semplificata dei rimborsi spese
  • Personalizzabili regole di spesa e budget
  • Canone zero

Svantaggi Soldo Start

Il fatto che si riferisca prettamente ad aziende e partita IVA limita notevolmente il possibile bacino d’utenza di questa carta prepagata.

Inoltre, da segnalare il costo d’emissione per ogni carta pari a €5+IVA e la commissione di €1 per prelievi in valuta, che sale a €2 per prelievi fuori dall’area EURO.

Ricapitolando brevemente:

  • Bacino d’utenza limitato
  • Costo d’emissione per ogni carta di €5+IVA
  • Commissioni su prelievi in area EURO e al di fuori di questa

Come scegliere una carta prepagata?

Scegliere il conto e la carta prepagata più adatta a rispondere alle nostre esigenze non sempre è cosa facile.

Per operare una scelta opportuna è necessario tenere in conto una serie di fattori, quali canone, commissioni, ricariche, prelievi (tutti aspetti che abbiamo cercato di esaminare nei paragrafi precedenti). Cerchiamo ora di capire meglio che cosa è, nel concreto, una carta prepagata.

Differenze tra una carta prepagata ricaricabile e una carta di credito

La principale distinzione operabile tra carte di credito e carte prepagate ha a che fare con la modalità di addebito. Per quanto riguarda le prime, le spese vengono registrate il mese successivo a quando sono avvenute (solitamente il giorno 15). Le carte ricaricabili hanno invece un addebito diretto e immediato sulle disponibilità della carta stessa. Va da sé che ne derivano differenti utilizzi. Se le carte di credito vengono “scomodate” per spese di maggiore importo, le carte prepagate sono utili per compiere le operazioni quotidiane che non richiedono ingenti movimenti di denaro.

Vantaggi e svantaggi di una carta prepagata

Il principale vantaggio legato al possedimento di una carta prepagata è l’immediatezza nei movimenti del denaro, sia in entrata sia in uscita. Infatti, ricaricando il conto, il saldo apparirà immediatamente aggiornato, senza i classici giorni d’attesa per la disponibilità dei soldi ottenuti tramite bonifico. Inoltre i costi sono sonoramente minori rispetto a quelli imposti dal mantenimento di una carta di credito e il fatto di non poter spendere più di quanto non sia effettivamente presente sul conto limita i rischi di scoperto (inoltre potrebbe fungere da buon sistema educativo finanziario per i più giovani, per trasmettere l’importanza della gestione cosciente del denaro).

Per quanto riguarda gli svantaggi, i limiti di spesa e prelievo spesso stringenti possono rappresentare un ostacolo all’utilizzo di questi strumenti. Infine, la forte richiesta di questi anni ha portato molti utenti a fare riferimento a istituti di pagamento che non dispongono di licenza bancaria. Di conseguenza il denaro attivo su questi conti non sarà assicurato dal Fondo Tutela dei Depositi.

FAQ: Domande sulle carte prepagate

Posso ricaricare la carta prepagata online?

Essendo il web, soprattutto negli ultimi anni, il luogo di nascita di molte delle carte prepagate disponibili sul mercato va da sé che la stragrande maggioranza di queste permetteranno di effettuare le ricariche direttamente dal proprio smartphone o dal computer. Unico requisito è la disponibilità di un secondo conto dal quale stornare il denaro.

Questo metodo di ricarica risulta essere il più facile e veloce, in quanto basterà indicare le coordinate del conto dal quale voler spostare i soldi (e logicamente acconsentire a questa operazione dall’App o dal sito della banca dalla quale stiamo prelevando il denaro).

Quanti soldi posso caricare su una carta ricaricabile?

Per quanto riguarda l’operazione di ricarica ogni banca e ogni carta prepagata prevede condizioni a sé: alcune impongono limiti più stringenti (per esempio Hype è ricaricabile per non più di €300 giornalieri), altre risultano più elastiche in questo senso (Postepay permette singole ricariche fino a €3000).

La legge non impone particolari restrizioni in quanto, nonostante dal 1 Gennaio 2016 sia in vigore il tetto massimo di €3000 per operazioni in contanti (e sia nelle mire del Governo ridurre ulteriormente questo valore, per meglio tracciare il denaro ed evitare evasioni fiscali), caricare su una carta prepagata una somma maggiore non collide con il divieto, che riguarda solo i passaggi di denaro tra soggetti diversi.

In merito alla giacenza di denaro tollerata, le banche anche in questo caso si differenziano per le politiche adottate. Per sapere quanto è possibile depositare sulla propria carta prepagata, bisognerà leggere il foglio informativo.

Esistono carte prepagate senza commissioni?

Le carte che vengono emesse senza il pagamento di alcuna somma esistono e non sono poi così poche (alcune sono state oggetto dell’articolo). Queste non richiedono l’esborso di una somma per il rilascio della carta, né un canone mensile, né pagamenti specifici per i servizi offerti. Tuttavia, è possibile che a queste condizioni favorevoli si aggiungano commissioni per ricariche e prelievi. È difficile infatti individuare una carta che non gravi in alcun modo sul denaro che depositiamo o movimentiamo, ma sono molte le carte prepagate che non richiedono più di piccole commissioni quasi insignificanti.

Ad ogni modo prima della sottoscrizione di un conto è bene leggere attentamente il foglio informativo allegato, nel quale vengono indicate con la massima trasparenza le effettive condizioni del contratto, per conoscere al meglio le eventuali commissioni relative alle operazioni che faremo.

Posso avere più carte prepagate intestate a me?

Sulla questione, la legge nulla dispone in contrario. È dunque possibile possedere due o più carte prepagate intestate (o cointestate) a sé. Eventuali limitazioni potrebbero però derivare dalle singole banche che, in ottemperanza di politiche aziendali, decidano di rilasciare non più d’una carta a ogni singolo utente. In ogni caso queste restrizioni specifiche non impediscono, agli individui che abbiano intenzione di ottenere una nuova ricaricabile, di affidarsi a un altro istituto.

Posso pagare su Amazon con la carta prepagata?

Amazon, come la stragrande maggioranza degli shop online, inserisce tra i metodi di pagamento consentiti anche quelli con carta di debito e carta prepagata.

Questo vale a grandi linee per tutte le ricaricabili presenti sul mercato, quindi se vi state domandando se la vostra ve lo permette la risposta è sì. Ad ogni modo se vi dovessero essere problemi (ad esempio per saldo insufficiente) sarà Amazon stessa a notificarvi la necessità di selezionare un altro metodo di pagamento.

Ci sono differenze tra Visa e Mastercard?

Visa e Mastercard sono i due circuiti di pagamento più diffusi a livello globale. Sono validi in quasi tutti i paesi, ad eccezione della Cina che si affida esclusivamente a ChinaUnionPay.

La loro capillarità permette di effettuare pagamenti in sicurezza in ogni angolo di pianeta, quasi indifferentemente ai due circuiti. Visa, in termini assoluti, ha forse una rete più ampia di intermediari aderenti che la rende davvero universale (Mastercard è pressochè allo stesso livello, soltanto in alcuni paesi come il Brasile, Visa risulta forse più diffusa).

Ad ogni modo, sul piano economico i vantaggi derivanti dall’utilizzo di una carta Visa piuttosto che di una a circuito Mastercard sono legati all’istituto emittente, più che al circuito a cui si affidano. Sono infatti le banche a decidere le condizioni e le spese di utilizzo dei propri modelli di conto.

Pertanto, in conclusione, eventuali differenze e situazioni vantaggiose sono da ricercare confrontando i diversi istituti di credito (e non, come molti credono, il circuito a cui aderiscono).

Quale prossima guida leggerai?

In questa tabella ti mostro alcuni degli articoli di questo blog che dovresti assolutamente leggere. Se il guadagnare soldi, il risparmio e gli investimenti ti interessano, ecco i migliori articoli!

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You May Also Like